I Golden Globes sono uno dei maggiori riconoscimenti nel settore cinematografico e televisivo, insieme agli Oscar e gli Emmy, dedicati rispettivamente al cinema e alla televisione. I Golden Globes, invece, vengono assegnati annualmente ai film e ai programmi televisivi ritenuti i migliori della stagione in corso.

Golden Globes

Questi premi sono strettamente interconnessi; la consegna dei Golden Globes avviene infatti circa due mesi prima della cerimonia degli Oscar. I Golden Globes sono perciò molto importanti perché spesso, chiaramente non sempre, hanno una funzione anticipatrice rispetto ai premi Oscar.

I Golden Globes vennero istituiti nel 1944; inizialmente venivano premiate esclusivamente le opere cinematografiche. Nel 1956 vennero poi estesi anche alla televisione. Ad assegnare questi prestigiosi premi è una giuria composta da circa novanta giornalisti della stampa estera, iscritti alla Hollywood Foreign Press Association.

Il cinema ai tempi del COVID-19.

Purtroppo, in seguito alla diffusione del Covid-19, il mondo del cinema è stato costretto a fermarsi. Molte produzioni sono state posticipate (No Time To Die, Black Widow, A Quiet Place II), mentre altre sono state addirittura cancellate. La pandemia ha velocizzando un processo che in realtà era già in atto da diversi anni: il radicale cambiamento dell’industria dello spettacolo.

Produrre film e serie TV sta diventando sempre più difficile ed è cambiato anche il modo di distribuirli. Sempre più prodotti audiovisivi vengono infatti distribuiti su piattaforme come Netflix e Amazon Prime Video, invece di venire proiettati in sala.

La cerimonia dei Golden Globes, dove e quando è possibile seguirla?

La pandemia di COVID-19, ha avuto un impatto non indifferente anche sui grandi eventi dedicati al cinema, come Festival e premiazioni. La cerimonia dei Golden Globes per esempio, è slittata da inizio gennaio al 28 febbraio 2021 e vedrà i candidati collegati dalle proprie abitazioni, nel rispetto delle norme sanitarie. Le presentatrici, Tina Fey e Amy Poehler, saranno presenti in due location diverse: la prima al Rainbow Room (New York) e la seconda al Beverly Hilton Hotel, dove si svolge tradizionalmente la cerimonia.

La cerimonia di premiazione dei Golden Globes verrà trasmessa in diretta dalla rete statunitense NBC. In Italia, potremo seguirla su Sky Atlantic, in compagnia dei preparatissimi Francesco Castelnuovo e Gianni Canova, a partire dalle 00.30 dell’1 marzo.

Francesco Castelnuovo e Gianni Canova
Francesco Castelnuovo (sinistra) e Gianni Canova (destra)

Golden Globes 2021: pronostici.

Ogni anno, tutti i cinefili del mondo, me compresa, fanno di tutto per riuscire a recuperare i film candidati, in modo da essere pronti per la cerimonia e poter fare dei pronostici. A seguire, vi presento alcuni dei miei.

Quest’anno, nella categoria Best Motion Picture – Drama, viene data per certa la vittoria di Nomadland, già vincitore del Leone d’Oro all’ultima Mostra di Venezia. La pellicola, diretta da Chloé Zhao e ispirata al libro di Jessica Bruder, narra la vicenda di Fern (Frances McDormand), una donna del Midwest, che dopo aver perso tutti i propri averi, si imbarca in una nuova esistenza da seminomade.

Ho apprezzato il film e lo ritengo molto politico e poetico allo stesso tempo. Nonostante ciò, tiferò per The Trial of The Chicago 7 (presente su Netflix), che narra il processo ad un gruppo di attivisti contro la guerra in Vietnam, i quali vennero accusati di aver causato lo scontro tra i manifestanti e la Guardia Nazionale il 28 agosto 1968, a Chicago. Il film è scritto e diretto da Aaron Sorkin, che molto probabilmente, purtroppo, riceverà solamente la statuetta per miglior sceneggiatura.

Nella categoria Best Performance by an Actress in a Motion Picture – Drama, ritengo che la più forte sia Vanessa Kirby, protagonista di Pieces of a Woman (presente su Netflix), la cui ottima interpretazione venne già premiata con la Coppa Volpi alla Mostra di Venezia.

Il Golden Globe per la migliore interpretazione maschile credo invece andrà a Chadwick Boseman, protagonista di Ma Rainey’s Black Bottom, scomparso prematuramente l’anno scorso. Si tratterà pertanto di un meritatissimo Golden Globe, assegnato postumo, come accadde a Heath Ledger per Batman – The Dark Night.

Best Motion Picture – Foreign Language: l’Italia presente ai Golden Globes.

Quest’anno anche l’Italia sarà presente ai Golden Globes, rappresentata da Edoardo Ponti, regista di La Vita davanti a (presente su Netflix), adattamento cinematografico del romanzo omonimo del 1975 scritto da Romain Gary. Tiferò per lui, come tutti i miei connazionali, ma allo stesso tempo ritengo che si tratti del film più debole presente nella categoria Miglior Film Straniero, nonostante l’eccellente interpretazione di Sophia Loren. Credo infatti che la statuetta andrà alla pellicola danese Another Round, diretta da Thomas Vinterberg, che già vinse agli European Film Awards.

Locandina della Vita davanti a sé
Locandina della Vita davanti a sé

Non ci resta che seguire la diretta, su Sky Atlantic.

Tuttavia, per sapere esattamente come andrà questa 78esima edizione dei Golden Globes, l’unico modo è seguire la diretta su Sky Atlantic, alle 00.30, lunedì 1 marzo.