I Care a Lot, J. Blakeson
I Care a Lot, J. Blakeson

I Care a Lot, J. Blakeson

I Care a Lot (2020) è il nuovo film del regista britannico J. Blakeson (La scomparsa di Alice Creed, La quinta onda).

Il titolo, traducibile in italiano come «Mi importa molto», riprende una frase spesso pronunciata dalla protagonista, Marla Grayson (Rosamund Pike).

Si tratta di una donna molto forte e astuta, la quale tuttavia usa la sua intelligenza per uno scopo decisamente non nobile: la truffa. Marla Grayson infatti, è solita andare alla ricerca di anziani particolarmente abbienti e tendenzialmente soli. Successivamente, fa in modo di far diagnosticare questi individui come non auto-sufficienti e li accoglie nella sua clinica, apparentemente con lo scopo di prendersi cura di loro.

In realtà, il suo unico obiettivo è appropriarsi delle loro enormi ricchezze.

I Care a Lot
Rosamund Pike in una scena del film

Questo piano, che Marla oramai ripete da anni in maniera fredda e meccanica, ma assolutamente efficace, viene reso ancora più facile dalla mancanza di istituzioni in difesa dei più deboli.

Durante il film infatti, assistiamo spesso a scene in cui viene mostrata l’inettitudine di alcuni giudici, che di fronte all’evidente malvagità di Marla, risultano molto riconoscenti nei suoi confronti, poiché credono che la donna si voglia realmente prendere cura di questi anziani soli e spesso malati.

La truffatrice inoltre, viene supportata anche da molti membri della comunità scientifica, come medici e direttori sanitari. Tra questi, ricordiamo la dottoressa Karen Amos, che segnala a Marla i casi clinici più gravi e a volte amplifica lei stessa nei referti le loro patologie. Così facendo, facilita il ricovero di tali pazienti nella clinica nella quale poi Marla porterà a termine il suo piano.

Marla Grayson mette gli occhi sulla vittima sbagliata.

Il nuovo obiettivo di Marla è Jennifer Paterson, una pensionata molto ricca e apparentemente sola. Tuttavia, l’anziana si rivelerà essere la madre di Roman Lunyov, un malvagio criminale appartenente alla mafia russa, interpretato da Peter Dinklage (Game of Thrones).

Il gangster, viene presto a conoscenza del piano di Marla e farà di tutto per liberare sua madre, ma soprattutto per vendicarsi.

I Care a Lot
Peter Dinklage in una scena del film

Accoglienza e critiche.

I care a Lot ha ottenuto voti positivi su Rotten Tomatoes, uno dei siti più autorevoli nel campo cinematografico, il quale si occupa di raccogliere recensioni e notizie sul mondo del cinema.

Tuttavia, il film è stato anche molto criticato, quasi sempre per lo stesso motivo, ovvero l’assenza di una critica nei confronti di coloro che si approfittano dei membri più deboli della società.

Personalmente trovo questa critica abbastanza priva di logica, poiché I Care a Lot descrive delle dinamiche che si verificano quando le istituzioni che hanno il compito di tutelare i più fragili sfruttano questa debolezza per ottenere un tornaconto personale, come nel caso di Marla Grayson. Tuttavia, è importante ricordare che si tratta di una commedia e non di un film di denuncia sociale. Ciò significa che questo aspetto critico è presente, ma non è la chiave di I Care a Lot, il cui scopo è unicamente quello di divertire lo spettatore.

L’impossibilità di provare empatia nei confronti della protagonista è un errore cinematografico?

Un’altra critica molto frequente è quella che riguarda la scrittura del personaggio principale, interpretato da Rosamund Pike. Molti infatti sostengono che il film non funzioni perché il personaggio di Marla non è carismatico, pertanto lo spettatore non è spinto a provare empatia nei suoi confronti.

Mi trovo d’accordo con la prima osservazione e condivido il fatto che sia quasi impossibile non arrivare a detestare Marla Grayson, poiché la sua malvagità è immotivata. Molto spesso infatti, si tifa per l’antagonista poiché comprendiamo le ragioni che l’hanno spinta ad agire in un determinato modo, come nel caso del Joker diretto da Todd Phillips.

Tutto questo, in I Care a Lot non accade, ma per un buon motivo. Marla Grayson infatti rappresenta tutte quelle persone e istituzioni pronte a tutto pur di arricchirsi. Dall’altra parte, a voler distruggere questa scaltra truffatrice vi è una banda di criminali. In questo film non vi è pertanto l’idea di buono e cattivo ed è proprio questo aspetto a renderlo interessante. È un’arrampicata sociale in cui tutti combattono contro tutti e in cui le due fazioni sono ugualmente caratterizzate da avidità e cattiveria.

Rosamund Pike nel ruolo di Marla Grayson.

L’elemento che ho maggiormente apprezzato all’interno di I Care a Lot è l’interpretazione di Rosamund Pike, che è stata premiata ai Golden Globes come Migliore Attrice Protagonista.

L’attrice britannica, dai capelli corti e dallo sguardo gelido e penetrante, è perfetta per interpretare Marla Grayson. Si tratta per altro di un ruolo molto simile a quello che Rosamund Pike aveva già ricoperto in Gone Girl (2014). In entrambi i casi infatti, la protagonista è una donna giovane e affascinante, ma allo stesso tempo profondamente misteriosa, tutte caratteristiche che il grande pubblico è solito attribuire a questa talentuosa attrice.

Dove possiamo vedere I Care a Lot?

I Care a Lot, divertente commedia diretta da J. Blakeson e premiata con un Golden Globe, è disponibile dal 19 febbraio 2021 su Amazon Prime Video.